Un concerto per Lea

Non è bastato immergerne il corpo nell’acido e poi bruciarlo per far “sparire” Lea Garofalo; non basterà certo un incendio (se doloso oppure no lo stabiliranno le indagini in corso) per cancellarne la memoria.

Nell’imminenza del decennio dell’assassinio per opera della ‘ndrangheta, la Brianza vuole ricordare il coraggio di Lea Garofalo. L’idea era quella di un concerto nel Parco della Boscherona a Monza, dove esiste un orto-giardino dedicato proprio alla coraggiosa testimone di giustizia. ma nei giorni scorsi un incendio notturno ha reso impossibile la cosa. Gli organizzatori però non hanno mollato e propongono l’evento per la sera del 21 giugno soltanto leggermente spostato, ma sempre molto vicino al luogo dove vennero ritrovati i poveri resti della giovane, in un campo di San Fruttuoso a Monza. Appuntamento dunque la sera del solstizio: per fare memoria insieme.