Brianza: la trasparenza c’è, ma… non sempre si vede

Tutti i 55 Comuni della Provincia (tranne due) mostrano il link per la sezione Amministrazione Trasparente nella home page del sito web istituzionale, come del resto prescrive la legge. Tutti – o quasi – vi pubblicano i dati richiesti. Però l’adempimento formale alla norma non basta per affermare che l’Amministrazione è davvero «Trasparente» e soprattutto che tale trasparenza è considerata un consapevole valore aggiunto, come efficace strumento di prevenzione della corruzione e della cattiva amministrazione.

Un terzo dei Comuni MB infatti non pubblica l’elenco del suo patrimonio immobiliare in modo chiaro e di facile controllo. Un quarto di quelli obbligati per legge (ovvero 5 su 20 oltre i 15.000 abitanti) non rende nota la dichiarazione dei redditi dei suoi organi politici. E in generale oltre tre quarti delle Amministrazioni brianzole presentano i loro dati solo in copia non modificabile e non in formato elettronico rielaborabile (tipo Excel o Libreoffice), il che limita in modo drastico il controllo da parte dei consiglieri comunali e dei cittadini in genere e limita lo scopo preventivo della legge 33/2014 sulla trasparenza amministrativa.

Sono alcuni dei risultati dell’Indagine conoscitiva su «La Trasparenza nei Comuni della provincia di Monza Brianza» realizzata da Brianza SiCura, presentati ai Sindaci di tutti i Comuni della Provincia e alla stampa lo scorso 11 dicembre nella sede istituzionale della Provincia.

Ecco il rapporto completo: tabelleconcommentoagg05novembre.

E qui un’altra presentazione: TrasparenzaBrianzaSicura10dic2018