Cantù: pene esemplari per i boss della movida

C’era anche una rappresentanza di Brianza Sicura questa mattina al Tribunale di Como alla lettura della sentenza contro la ‘ndrangheta di Cantù, come da esplicito invito della presidente della Commissione speciale Antimafia, anticorruzione, trasparenza e legalità della Regione Lombardia. Era importante esserci per contrastare il clima in cui si è svolto il processo (vedi Articolo Dalla Chiesa) e dare un segnale di vicinanza ai cittadini, ai testimoni, alla stessa procura, al Tribunale e alle forze dell’ordine che hanno lavorato all’inchiesta.
La corte ha stabilito pesanti condanne per tutti i 9 imputati, dai 18 anni al boss Giuseppe Morabito – 32 anni, considerato il capo delle cosche che controllavano la movida di piazza Garibaldi a Cantù e accusato di associazione mafiosa – ai 7 anni e 8 mesi dei due condannati più “lievi”.