Le associazioni al posto dei boss

Ci sono da due a tremila beni confiscati alle mafie che aspettano una destinazione e adesso – per la prima volta da quando esiste la legge apposita – saranno proposti direttamente ad associazioni del terzo settore; senza passare prima per i Comuni o gli enti pubblici. Un’opportunità da sfruttare.

Unire le banche dati contro le mafie

Una piattaforma informatica unica e veloce tra prefetture, Guardia di Finanza, Antimafia… per incrociare le banche dati tra istituzioni e integrare i controlli sulle aziende che prendono gli appalti post-virus: si può fare. E’ una delle proposte lanciate da Monica Forte in conferenza on line con Libera, Cgil, Alisei e Brianza Sicura.

Ceribelli: onore al merito

Fa estremo piacere, ai tanti che l’hanno conosciuta e apprezzata (tra cui anche Brianza SiCura), la recente nomina di Giovanna Ceribelli  tra i sindaci deputati al controllo di Eni, la commercialista bresciana che nel 2016 ha scoperchiato un giro di tangenti e corruzione nelle aziende sanitarie brianzole e lombarde in genere. Un giusto riconoscimento per […]

Monza: il prefetto avvia l’Osservatorio

Un “Osservatorio interforze” per monitorare la criminalità organizzata in Provincia con particolare attenzione a cantieri, appalti pubblici e usura. Quindi un tavolo di confronto tra le categorie produttive con i rappresentanti delle banche per “non lasciare spazio di azione alle consorterie criminali” nell’ambito delle imprese e dell’economia. Li ha annunciati il prefetto di Monza Brianza […]