Cosa c’è sotto le rotonde

Rifiuti nascosti anche sotto le rotonde delle strade? E’ atroce il dubbio sollevato da Pierpaolo Farina, iniziatore di Wikimafia, durante un incontro pubblico a Calolziocorte:; proprio le rotonde sarebbero oggetto di recente interesse delle mafie per tre ragioni: la loro costruzione è redditizia, richiedono poi manutenzione e lì sotto ci si può nascondere di tutto…

Durante lo stesso incontro la responsabile della Dda di Milano, Alessandra Dolci, ha esposto altri inquietanti particolari sul traffico illegale di rifiuti in Lombardia, molto aumentato da quando la Cina ha chiuso le porte delle sue discariche in cui andavano a confluire tonnellate dei nostri scarti tossici. Il magistrato ha rivelato che la sua struttura ha già sequestrato almeno una decina di capannoni dismessi già pieni fino al tetto di materiali che avrebbero poi dovuto essere bruciati in un rogo “accidentale”. Con quali conseguenze per la salute di tutti noi, chiunque lo può immaginare.